Gli argonauti di Netflix sono pronti allo sbarco in Italia e alla conquista del nuovo mercato

Finalmente il momento è arrivato, il grande sbarco è prossimo, Netflix arriva in Italia per la gioia di tutti gli amanti di serie Tv da fruire online e per la preoccupazione delle altre società di distribuzione audiovisiva. La data presunta è quella di Ottobre 2015 e l’agguerrito Netflix, dopo anni in cui cerca di invadere il mercato italiano, sembra pronto a sbaragliare i concorrenti già presenti. La notizia dello sbarco è accompagnata da un ulteriore colpo di scena. Netflix, infatti, sarà il produttore della commedia satirica War Machine con Brad Pitt.

 Ma chi è Netflix e perché si teme tanto il suo sbarco in Italia? Netflix nasce nel 1997 come società di noleggio di audiovisivi sfruttando la nuova tecnologia del DVD. Rispetto ad altre società simili come Blockbuster, Netflix garantiva un servizio di noleggio tramite la spedizione per posta. Chiunque, quindi, anche chi abitava in un paesino remoto, aveva la possibilità di noleggiare un film. Dieci anni dopo, nel 2007 Netflix ha il colpo di genio. Intuendo che il noleggio di copie fisiche fosse destinato a sparire con l’implementazione di Internet, la società americana inizia a dedicarsi a quello che tecnicamente viene detto SVOD (Subscription Video on Demand). Lo SVOD è una forma particolare del più noto VOD (Video on Demand). Con lo SVOD, l’utente, pagando una somma mensile, ha la possibilità di accedere in streaming a un catalogo di contenuti sempre disponibile. Netflix, con il suo prezzo competitivo di circa 8 dollari mensili e con un catalogo ricchissimo di film e serie Tv, è riuscita a sbaragliare qualsiasi concorrente. Ma non contento ha continuato a sperimentare e da distributore è diventato anche produttore, realizzando diverse serie. In pochi anni Netflix è diventato un colosso capace di gestire tutte le fasi di realizzazione e distribuzione di un audiovisivo su un canale non tradizionale che è quello della Rete e con risultati straordinari, tanto da essere divenuto un modello di riferimento per la nuova editoria audiovisiva. Lo sbarco in Italia non può dunque che essere accolto favorevolmente. Da anni invocato e sempre rimandato, questo ritardo era imputato alla scarsa qualità della rete italiana. In realtà i motivi erano ben altri, perché si stava cercando di costruire un sistema tutto italiano che rispecchiasse le dinamiche di Netflix. Nel 2013 nasce Infinity, il servizio SVOD di Mediaset che a fronte di un abbonamento mensile offre un catalogo di oltre 5000 prodotti. Ciononostante sembra che il Netflix made in Italy non abbia sfondato, così come il compagno Sky online.

Netflix potrebbe essere un traino anche per loro? O solo un ostacolo? Intanto migliaia di utenti si preparano all’arrivo di Netflix che offrirà film e serie Tv in HD e n Ultra HD 4K al prezzo che applica anche in altri paesi, circa 8 euro al mese.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...