Il Valencia International Film Festival chiude il primo contest sulle webserie

La costa spagnola del Mediterraneo ha celebrato il Valencia International Film Festival – Cinema Jove, che si è tenuto a Valencia dal 17 al 24 giugno scorso. Il festival, ospitato dalla FIAPFha accolto per la prima volta nei suoi 31 anni di storia una nuova sezione ufficiale dedicata alle webserie.

 L’attrice valenziana María Albiñana e la regista e sceneggiatrice della pluripremiata Sin Vida PropiaAna Ramón Rubio, hanno avuto l’opportunità di essere ospiti dei webfestival modiali prima di lanciarsi nell’impresa di coordinare insieme la nuova sezione valenziana. 20 webseries provenienti dalla Corea, Singapore, Argentina, Francia, Italia e UK, selezionate tra le oltre 100 webserie iscritte, con l’appoggio di due tra i più famosi web festival del mondo: Marseille WebFest, fondato e diretto da Jean- Michel Albert e LA Web Fest, fondato e diretto da Michael Ajakwe,  il cui compito, tra gli altri, è stato quello di selezionare la webserie spagnola che rappresenterà la Spagna nella prossima edizione dei loro festival: Cabanyal Z (Joan Alamar), la storia zombie creata appositamente per salvare il quartiere Valenciano di Cabanyal. I membri della giuria di quest’anno sono stati: Adrià Monés, produttore esecutivo e coproduttore e direttore di Filmax; il cofondatore e direttore della società di distribuzione RockzelineAntoine Disle, e Michael Ajakwe. Il loro verdetto ha visto vincitrice del contest, “Un año sin nosotros” di Tian Cartier e Fernando Milsztajn, che racconta la storia di una giovane coppia affiatata che decide di prendersi una pausa di un anno. La serie ha vinto la Luna de Valencia per la Migliore Webserie e la Migliore Regia. Ci sono state inoltre proiezioni, panel con produttori e distributori di webserie; autori valenziani come Luis E. PérezGonzalo GurreaAlberto Adsuara e Sergio Tellols hanno raccontato le loro esperienze durante l’incontro moderato dallo sceneggiatore Pau Martinez, direttore del Writer´s Guild Associactionof Valencia (EDAV); poi ancora panel con Alex Rodrigo, autore della webserie El Partido e della serie tv ‘Vis a Vis’Sofia Tatay e Andrea Invierno del Escabeche Magazine,Victor Costa di “Ma femme este pasteure”, e Joan Alamar di ‘Cabanyal Z’, moderati dai filmmaker Begoña Soler (La buena fe) e Gabi Ochoa (‘El amor no es lo que era’). Si è parlato inoltre di finanziamenti con Xusa Moya (produttrice di Cabanyal Z),  José Antonio Madrid (Director of web series festival of Alfás del Pi) and Víctor Costa (‘Ma femme est pasteure’) e di distribuzione con Antoine Disle (Rockzeline), Adrià Monés (Filmax) e Michael Ajakwe (LA webfest). Questa 31° edizione del festival si è chiusa con la serata gala di premiazione presentata dall’attrice spagnola Ana Alvarez insieme a Iris Lezcano.

Ecco i vincitori della prima sezione ufficiale sulle webserie: il progetto svizzaro ‘Ma femme est pasteure‘ ha vinto il People´s Choice Award; la menzione d’onore come Miglior Attore è andata a Dan Brietman per ‘Mundillo‘ e Gillian Mc Gregor per ‘Nikola Tesla and the end of the world‘. Migliore Cast è stato quello di ‘Footballer wants a wife‘ e Jovita O’Shaughnessy, e il premio per la Migliore Fotografia è andato a ‘Beard Club‘ by Sébastien Nadaud e Pablo Pinasco. Infine, una menzione speciale per il Miglior Montaggio è stata assegnata a ‘Osmosis‘ by Louise Chiche. 

 

 

Maggiori informazioni sul sito ufficiale al seguente LINK.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...