Le webserie e le frontiere della serialità – Passaggi D’Autore 2016 Festival del Cortometraggio mediterraneo

Venerdì 9 Dicembre, il Festival sul cortometraggio mediterraneo “Passaggi D’Autore – Intrecci Mediterranei” (06-11 Dicembre, Isola di S. Antioco – Cagliari), giunto alla sua dodicesima edizione, dedica una giornata del suo ricco programma al mondo delle webserie. La giornata è organizzata con la collaborazione di EmergingSeries e presentata da Mirko Lino.

La giornata dedicata alle webserie ha lo scopo di illustrare alcune sfaccettature del raccontare le storie con le webserie, e nello specifico: il ravvivamento della fiction di genere, la promozione del territorio e la sperimentazione con le nuove tecnologie digitali come la Realtà Virtuale.

Si inizia alle 16.30 con The Bomb di Paolo Bernardelli. Sarà presente il regista. Su prenotazione si potranno utilizzare i visori per la visione della webserie in Realtà Virtuale

Alle 17.30  si continua con Tutte le ragazze con una certa cultura di Felice V. Bagnato, episodi 1, 2, 3, 4 e 7. Partecipano il regista e l’autore Roberto Venturini.

A seguire alle 18.30 Quella sporca sacca nera di Mauro Aragoni. Sarà presente il regista.

Si conclude alle 21.30 con Lost in Sardinia di Luca Melis, episodi da 1 a 10. Sarà presente il regista.

Il cinema come rappresentazione di visioni del mondo, dell’altrove, dell’altro. Attraverso le storie nel grande schermo si possono raggiungere universi e lingue lontane, si può attingere alla fonte di altre culture, capire o scoprire le differenze (se ci sono). Storie universali che fermano per qualche minuto la frenesia della nostra esistenza e ci inducono alla riflessione in un mondo in cui il tempo diventa sempre più difficile da scandire, e ci ricordano quanto siamo tutti esseri simili, fragili, umani, e soprattutto mortali.

Il programma di questa edizione prevede la proiezione di oltre 50 corti provenienti da quattordici paesi del Mediterraneo quali: Francia, Italia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Marocco, Libano, Algeria, Siria, Turchia, Tunisia, Palestina e Israele.

Film che annoverano importanti premi e partecipazioni a prestigiosi festival internazionali quali Festival di Cannes, Festival del film Locarno, Toronto International Film, Festival Internazionale del Cortometraggio di Clermont-Ferrand; Mostra del Cinema di Venezia; Tribeca Film Festival; Le Giornate Cinematografiche di Cartagine; Festival du Court Métrage Méditerranéen di Tangeri; Festival International du Cinéma Méditerranéen di Tetouan.

Le opere sono suddivise nelle cinque sezioni che raccolgono i diversi generi cinematografici (fiction, animazione, sperimentale, documentario): Focus, Eventi, Webserie (novità di questa edizione), Intrecci Mediterranei e CortoAmbiente. Sei giornate dense di appuntamenti che si articoleranno nella Sala consiliare del Comune di Sant’Antioco, nel Corso Vittorio Emanuele, n. 115, con più di 50 proiezioni di film e oltre 30 autori invitati, provenienti da diverse parti del Mediterraneo, eventi e attività collaterali che includono il coinvolgimento delle scuole e del territorio. Film, laboratori, mostre, incontri, spettacoli, dibattiti.

E ancora ospiti dalla Sardegna, e non solo. L’inaugurazione ufficiale vedrà il 6 dicembre alle 18.00 un tributo al grande Pinuccio Sciola, recentemente scomparso.

LE PRIME NAZIONALI E I CORTOMETRAGGI PREMIATI La programmazione dei cortometraggi ospiterà otto anteprime nazionali: Import, di Ena Sendijarevic (Bosnia-Erzegovina), candidato all’Oscar 2017; Submarine, Mounia Akl (Libano); Au loin, Baltimore, Lola Quivoron (Francia); Après Suzanne, Félix Moati (Francia); Uzak mi…, Leyla Toprak (Turchia); Santé, Sabrine Khoury (Israele); Bahce (The garden); Idil Ar Ucaner (Turchia); Migration, Sylvaine Jenny e Philippe Vu (Francia).

FOCUS SULLA CROAZIA La sezione Focus, dedicata ogni anno alla cinematografia di un paese del Mediterraneo, vede protagonista in questa edizione la Croazia, il 7 dicembre a partire dalle ore 18.00, attraverso lo sguardo speciale di alcuni registi del paese balcanico.

EVENTI Giornata dei Diritti Umani Quest’anno la sezione Eventi è dedicata alla “Giornata per i Diritti Umani”, il 10 dicembre, con diversi ospiti e cortometraggi dedicati ai bambini vittime nei territori di guerra, alle donne curde, al delicato tema dell’immigrazione, legato quest’ultimo alla presenza di Francesca Sanna, autrice anche della graphics novel “Il viaggio”. Un incontro speciale con una giovane ambasciatrice impegnata, in collaborazione con UNICEF_Italia, nella campagna di sensibilizzazione #EmergyLessons: la diciannovenne Jovana Kuzman. La sua mission, quella di recarsi in Giordania per documentare l’impegno di Unicef e Unione Europea per l’istruzione nelle emergenze umanitarie, dove ha incontrato tanti giovani nel campo profughi di Za’atari che ospita 80.000 rifugiati siriani. La giornata è stata organizzata grazie alla preziosa collaborazione della giornalista freelance Gabriela Jacomella.

LE WEBSERIE – novità Novità di questa edizione è la sezione dedicata alle Webserie, una nuova frontiera della fiction seriale. Un nuovo modo di raccontare storie che sperimenta generi, forme narrative, linguaggi e che delinea nuove logiche della produzione: dal crowdfunding al crowdsourcing, fino alla viralità su piattaforme online, configurando un nuovo mercato dell’audiovisivo e della creatività.

INTRECCI MEDITERRANEI Passaggi d’Autore: intrecci mediterranei, da dodici anni un progetto culturale che lavora attivamente per superare barriere e confini, per portare in Sardegna le storie del Mediterraneo e di tutti i paesi che lo abitano. La sezione Intrecci Mediterranei, cuore pulsante del festival, raccoglie 24 film distribuiti nelle tre serate del 6, 8 e 11 dicembre, con inizio proiezioni alle ore 18:00.

STORIE DI MARE E DI VIAGGIO Il tema del mare così come del viaggio, in una città che si affaccia sul bellissimo Golfo di Palmas, ritorna naturalmente tra gli appuntamenti di questa edizione. Dalla Spagna, Turchia, Francia e Italia, la proiezione di una selezione di cortometraggi di animazione legati alla vita delle comunità che abitano le coste, simbolo di approdo ma anche di partenza.

CORTOAMBIENTE La sezione è dedicata interamente alle scuole con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani alle tematiche ambientali attraverso il cinema e di creare presupposti per un futuro eco-sostenibile. Quest’anno dedicato al tema dell’alimentazione, sempre più di stretta attualità.

LABORATORI In questa edizione si sono organizzati cinque laboratori: “La traduzione audiovisiva: i sottotitoli per il cinema e la televisione”, dedicato alla traduzione dei dialoghi e alla sottotitolazione dei film che ha coinvolto studenti del Liceo Linguistico E. Lussu di Sant’Antioco e studenti della Ex facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Cagliari; “Critica il corto” dedicato alle tecniche di base della critica cinematografica, in particolare quella giornalistica o recensione; “Tra Realtà & Finzione”, laboratorio dedicato ai concetti di regia cinematografica propri del linguaggio del cinema documentario, di finzione e sperimentale; “Il Mare”, laboratorio rivolto ai bambini della scuola primaria che realizzeranno un piccolo video frutto di un workshop; “La bottega dei suoni”, laboratorio di educazione musicale in cui si studierà la composizione, la registrazione e la creazione della Colonna Sonora e del Sound Design per il cortometraggio realizzato nel precedente laboratorio.

Al seguente LINK trovate il programma del festival.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...