#NewMediaLab: lo stato delle webserie con Joël Bassaget

Questo slideshow richiede JavaScript.

Durante il workshop Joël Bassaget ha espresso la sua visione delle webserie: considera queste ultime come espressione di una nouvelle vague dei nuovi media, poiché costituiscono un moderno modello di espressione indipendente e libero. Un modello che potrebbe cambiare il sistema economico che ruota attorno all’intrattenimento, poiché le webserie non richiedono, almeno fino ad oggi, un iter lungo e complicato come quello di contenuti televisivi e simili. Queste ed altre riflessioni hanno accompagnato la visione di trailer di webserie provenienti da diversi paesi del mondo: Canada (Coded), USA (The Pantsless Detective), Inghilterra (Ren the Girl with the Mark), Uruguay (El Maravilloso Parque Hoolister), Argentina (Un Ano sin Nosotros) e Germania (Discocaplypse). Bassaget ha poi spiegato quali strategie dovrebbe adottare chi si appresta a realizzare e poi promuovere una sua webserie e in quali modelli di business queste potrebbero concretamente inserirsi. Nel pomeriggio moderatori e partecipanti hanno potuto porre domande sia a Joël Bassaget che a Riccardo Cannella, fondatore del Sicily Web Fest. Sono stati quindi discussi altri temi riguardanti le webserie come i loro generi, l’importanza del titolo, le webserie branded e d’animazione, il crowdfunding, la censura, il target di riferimento.

Claudio Macaluso 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...